BeWeb della CEI ed i percorsi culturali

Un notevole impulso contenutistico è stato dato in questi ultimi anni al portale BeWeb (https://beweb.chiesacattolica.it/), progettato e gestito dall’Ufficio BCE della Conferenza Episcopale Italiana.
Il portale BeWeb: “rende visibile il lavoro di censimento sistematico del patrimonio storico e artistico, architettonico, archivistico e librario portato avanti dalle diocesi italiane e dagli istituti culturali ecclesiastici sui beni di loro proprietà. È anche il luogo dove facilitare, attraverso approfondimenti tematici, condivisione di risorse e news, la comprensione e la lettura del patrimonio diocesano da parte di un pubblico ampio e non di soli specialisti” (https://www.beweb.chiesacattolica.it/subeweb/)

Gli istituti culturali delle varie diocesi e le congregazioni religiose possono collaborare all’inserimento dei contenuti nel portale, dopo avere effettuato la richiesta di adesione, la formazione e la verifica.

Oltre alla pubblicazione di una parte o delle intere banche dati (beni storico – artistici, architettonici, archivistico – librari) un importante sviluppo è stato conferito ai “Percorsi ed Approfondimenti” finalizzati ad una lettura trasversale ed innovativa dei Beni Culturali Ecclesiastici.

La Polidoro ha contributo alla progettazione di alcuni di questi percorsi. Nello specifico: La Cattedrale di Sessa Aurunca (https://beweb.chiesacattolica.it/percorsitematici/la-cattedrale-di-sessa-aurunca-monumento-di-arte-e-fede/), Galeazzo Florimonte il vescovo del galateo (https://beweb.chiesacattolica.it/percorsitematici/galeazzo-florimonte-il-vescovo-del-galateo/) e La parola: Gli amboni della Cattedrale di Salerno (https://beweb.chiesacattolica.it/percorsitematici/la-parola-gli-amboni-della-cattedrale-di-salerno/)

Il lavoro di progettazione, redazione dei contenuti e selezione delle immagini è stato eseguito dal dott. Roberto Sasso, socio della Polidoro, in collaborazione con i direttori degli stessi istituti culturali diocesani. Un lavoro molto stimolante, sebbene complesso e articolato. A prescindere dalla specifica tematica trattata, i percorsi sono caratterizzati da continui rimandi a beni storico – artistici, archivistici e librari presenti nelle singole banche dati. In particolare, il percorso sugli amboni della Cattedrale di Salerno presenta una scheda dettagliata sull’edificio cultuale per poi approfondire i due splendidi amboni. Schede d’approfondimento sull’Exultet e sul vescovo Alfano arricchiscono un percorso che prova ad evidenziare gli stretti legami tra i due amboni salernitani ed altri presenti in Campania. Uno sviluppo analogo è stato progettato per il percorso sulla Cattedrale di Sessa Aurunca. In questo caso il collegamento con le chiese “desideriane” è stato favorito dal Censimento delle chiese promosso dall’Ufficio BCE della CEI. Il percorso sul vescovo Galeazzo Florimonte è stato basato sul saggio di don Roberto Guttoriello, Galeazzo Florimonte: umanista, vescovo e riformatore (1484-1565), un'analisi storica a partire dal suo epistolario, creando dei rimandi ai luoghi della formazione culturale del prelato. Un percorso che ha favorito la conoscenza di quest’illustre presule ritenuto, a giusta ragione, l’ispiratore del Galateo di Mons. Della Casa.

Per tutti i percorsi è stato utilizzato l’Autority file di persone, famiglie, enti presente ne portale BeWeb. Riteniamo questo prezioso strumento un punto strategico per le ricerche ma anche per collegare tra loro percorsi culturali prodotti da istituti differenti.

Un confronto tra operatori del settore e utenti sulla navigabilità delle varie banche dati è da noi auspicato pertanto proponiamo questo spazio aperto a commenti oppure a nuovi approfondimenti. Per partecipare al Blog è necessario iscriversi compilando il form sottostante.

Lost your password? Please enter your email address. You will receive mail with link to set new password.

Lascia un commento