Corso Lucilio, 176 - 81037 - Sessa Aurunca (CE)
+39 0823 936039 info@polidoro.it
Comunicazione e servizi per i beni culturali

Completato l’Inventario dei beni storici e artistici (progetto CEI-OA) della Diocesi di Avellino

Completato l’Inventario dei beni storici e artistici (progetto CEI-OA) della Diocesi di Avellino

La Conferenza Episcopale Italiana dal 1999 promuove e coordina, in collaborazione con l’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione (ICCD), l’Inventario informatizzato dei beni artistici e storici mobili delle diocesi italiane.

Nel mese di giugno 2018 è stato ultimato il progetto di inventariazione informatizzata dei beni culturali OA (beni di interesse storico - artistico) della Diocesi di Avellino.

L’inventario dei beni culturali della diocesi irpina, ha consentito di conoscere analiticamente caratteristiche, consistenza e stato di conservazione dell’intero patrimonio storico-artistico diocesano, dando luogo ad una banca dati composta da circa 8.000schede relative a dipinti, sculture, oreficerie e manufatti tessili databili tra IX e XXI secolo e conservato negli edifici di proprietà ecclesiastica.

L’inventario è uno strumento di straordinaria efficacia non solo per la conoscenza, la valorizzazione e la tutela dei beni culturali ecclesiastici ma anche per l’espletamento dell’azione pastorale cui la Chiesa è chiamata, in quanto mezzo capace di accrescere non solo la sensibilità ecclesiale verso un prezioso patrimonio culturale comune ma anche il senso di appartenenza alla Chiesa locale.

Il meticoloso progetto di inventariazione del patrimonio ecclesiastico è stato condotto rispettando gli standard dell’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione (ICCD) e si è affiancato a quello promosso da decenni per scopi di tutela e conservazione del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (MiBACT). I lavori sono stati eseguiti dagli schedatori e fotografi della Polidoro S.r.l., professionisti altamente qualificati, coordinati dal Direttore dell’Ufficio Beni Culturali diocesano, l’arch. Modestino Picariello.

Tutte le schede saranno consultabili nei prossimi mesi sul portale BeWeb della Conferenza Episcopale italiana.

Nessun commento ancora

Lascia un commento