Corso Lucilio, 176 - 81037 - Sessa Aurunca (CE)
+39 0823 936039 info@polidoro.it
Comunicazione e servizi per i beni culturali

Chi siamo

Polidoro-chi-siamo

La Polidoro S.r.l., costituita nel 1998, è composta da un gruppo di specialisti e amanti dei Beni Culturali che investono le proprie conoscenze professionali nella valorizzazione del patrimonio culturale ed ambientale, presente in Italia, attraverso l’implementazione e la realizzazione di servizi innovativi avvalendosi dell’ausilio delle più moderne tecnologie.

Sessa Aurunca: è proprio in questa realtà, in provincia di Caserta, di non grandi dimensioni ma ricca di arte e cultura, che la Polidoro comincia a realizzare la propria "mission" aziendale,  con la creazione e gestione di itinerari ed eventi culturali, che permettono ai turisti di riscoprire le antiche origini e bellezze del luogo.

I Beni Culturali Ecclesiastici: la Polidoro ne cura la valorizzazione del patrimonio non solo negli aspetti puramente storico – artistici ma anche di "fede". Oltre la promozione degli itinerari di arte e fede, la Polidoro realizza, a partire dal 2003, gli Inventari informatizzati dei Beni Culturali Mobili per diverse realtà diocesane e arcidiocesane italiane: Sessa Aurunca, Alife – Caiazzo, Capua, Teano – Calvi, Gaeta, Potenza, Benevento, Cerreto -Telese- Sant'Agata de' Goti, Frascati, Palestrina, Tivoli, Isernia, Trivento, Campobasso e Pisa. La profonda esperienza acquisita, e gli eccellenti risultati ottenuti, permettono alla Polidoro di continuare le campagne d’inventario, operando non solo all’interno di altre diocesi campane e dei territori regionali limitrofi ma sull'intero territorio nazionale. Dal 2012 collabora con alcune realtà ecclesiastiche per la realizzazione del "Censimento chiese".

I Beni Archivistico – Librari: la società, in questo settore, non solo realizza inventari e cataloghi cartacei ed informatizzati utilizzando i più recenti programmi informatici ma offre anche un accurato servizio di riproduzione digitale, di alta qualità, di documenti e libri. Per la biblioteca arcivescovile de L'Aquila è stato utilizzato per la prima volta il software CeiBib, all'epoca ancora in fase di sperimentazione, promosso dall’Ufficio Nazionale Beni Culturali della Conferenza Episcopale Italiana. Numerosi, ad oggi, gli enti che hanno adottato tale soluzione, affidando le attività di catalogazione alla stessa Polidoro. Di particolare pregio è stata la riproduzione del manoscritto "Pinto" appartenente alla Biblioteca provinciale di Salerno, di cui si è curata la digitalizzazione e la creazione di un libro digitale, consultabile anche "on line". La Polidoro è attivamente impegnata nel progetto CeiAr, patrocinato dall’Ufficio Nazionale Beni Culturali della Conferenza Episcopale Italiana, finalizzato al riordino e all'inventariazione informatizzata degli archivi storici ecclesiastici, in particolare degli archivi diocesani.

La digitalizzazione: La digitalizzazione del patrimonio documentario è effettuata attraverso scanner planetari, che consentono una riproduzione fedele, ad altissima risoluzione tutelando, nel contempo, lo stesso documento. Non solo digitalizzazione ma anche creazione di Metadati e di supporti informatici atti ad una conservazione e fruizione del documento.

Servizi educativi I laboratori didattici rientrano all0interno dei servizi educativi realizzati dalla Polidoro. Rivolti principalmente alle istituzioni scolastiche, sono proposti in modo innovativo al fine di spingere lo studente, attraverso lezioni teoriche ed esercitazioni pratiche, verso specifiche tematiche artistiche. I laboratori costituiscono un'occasione preziosa per l'applicazione delle nuove metodologie educative e formative, pensate per facilitare l'incontro dei giovani con l'inestimabile patrimonio artistico che ci circonda, promuovendone così la più ampia valorizzazione. Oltre ai laboratori si organizzano itinerari guidati in diversi comuni della Campania e del Lazio.

L’offerta dei servizi: non si ferma solo alle attività conservative e di conoscenza ma si allarga anche alla valorizzazione stessa dei beni culturali. Questa sezione prevede la progettazione e gestione di musei, di esposizioni temporanee, di mediateche e di eventi culturali tendenti a far conoscere, in modo globale ed in "rete", la storia, l’arte, la civiltà e la fede di una città o di un determinato territorio. La loro conoscenza, conservazione e fruizione costituiscono gli obiettivi che la Polidoro persegue nello svolgimento dei propri servizi.